mercoledì 16 agosto 2017

DuckTales Woo-ooh

Ducktales Woo ooh
Finalmente, il primo episodio del nuovo DuckTales é stato trasmesso negli Stati Uniti! Un episodio pilota speciale di ben 40 minuti, che ci mostra il tono di questa nuova serie, piena di detrattori già dall'annuncio, ma che ha superato tante aspettative. Al solito, sono così in ritardo che di recensioni ne sono uscite a bizzeffe, ma non potevo non dire qualche parola al riguardo. Da tablet, perché ora sono senza PC. Oh, ci tenevo proprio [...]

venerdì 4 agosto 2017

Che fine ha fatto Della Duck?

Questo post è altamente sconsigliato a quei fan fissati con Don Rosa, a chi non accetta nuovi personaggi nelle storie perché "dov'erano nell'albero genealogico sacro comandamento di tutta la casa Disney? Sarà mai figlia della sorella della cognata di quel tizio lì comparso nello sfondo di quel remake di Barks...", a chi "Ma non è Canon!", a quelli che odiano Guido Martina, a chi sa sempre il motivo principale per cui una storia di PP8 fa schifo a priori, e a chi si è già stufato di leggere solo dopo questa introduzione.

giovedì 3 agosto 2017

Film casuali over 37°C

Tra consigli trovati su internet e pigiate su titoli a caso non dando caso nemmeno alla locandina per passare un po' il tempo, continuo, sulla scia delle letture over 37°C, qualche recensione veloce veloce. In cui il 37°C non è l'esattezza ma la metafora di un demone che fa sì che non si riesca a far nulla e che le macchie di sudore sullo schienale del divano abbiano sempre più un'aura spaventosa da film horror dove il più piccolo e insignificante particolare fa capire a gruppi di amici scemi interi che in casa c'è un mostro nella lavatric...Rende l'idea degli effetti del caldo? In caso contrario, ho sempre gli audio delle ventole impazzite che più che atmosfera da film horror virano più sull'apocalittico, con il crescendo musicale che...Battuta riciclata da qualche giorno fa? Mi sa di sì.

giovedì 27 luglio 2017

DoubleDuck #4: Le girasogliole (e altre storie)

Ciao a tutti e bentornati alla rubrica del blog che più non piace a nessuno, ma che allo steso tempo ha ad ogni post un finale così aperto che è impossibile non continuarla. Ah, mi sa pure che devo modificare il primo post della rubrica cancellando il "per queste 4 settimane". Quattro mesi mi sa che è un tempo più ragionevole.

lunedì 24 luglio 2017

Drifters & Katsugeki/Touken ranbu (giapponesi da libro di storia con improbabili perdite di sangue)

Drifters recensione
Tra le tante letture di quest'estate (una parte, non meritevoli di un post a parte, li trovate qui in una piccola follia estiva) mi è anche venuta voglia di mettermi a cercare un anime di genere storico. Tra una ricerca e l'altra mi sono imbattuto casualmente in due serie, che alla fine non erano neanche quello che cercavo. Si parla di Drifters e Katsugeki/Touken ranbu, la prima completa e la seconda uscita da poco, che hanno in comune, oltre che la trama, certe improbabili ed esagerate perdite di sangue. Ma sta proprio lì il bello.

venerdì 21 luglio 2017

Letture straordinarie over 37°C

Questa volta piccole follie estive, ma tagliamo i preamboli che certe volte davvero mi chiedo chi brucerà prima, io o il computer, accompagnato dall'atmosfera da film apocalittico generata dal sottofondo di certe ventole impazzite che cercano di darmi una risposta. Ovviamente i film apocalittici che finiscono male, s'intende.
Ah, prima di dire che il tipo di post è copiato dalla rubrica Microletture del mitico Dr.Manhattan, mettiamola così: gli scriba/schiavi produci-post sono in ferie, anche se io credo che la verità sia che è arrivata la loro stagione degli amori e ora stanno risalendo il corso di fiume per deporre uova. Quindi ci si accontenta, in brevissimo.

lunedì 17 luglio 2017

Doubleduck #3: Cambio tutto per non cambiare niente (ed altre storie)

Doubleduck cacciatori e prede
Ma siamo ancora qui a parlare di una serie a fumetti con Paperino agente segreto? Evidentemente sì, ma dai che siamo quasi arrivati a metà. Qui per gli altri episodi, click obbligatorio.

martedì 11 luglio 2017

DoubleDuck #2: Pulsante di resettazione totale tombale (e altre storie)

Dai, in concomitanza con l'uscita del "Reboot che non è proprio un reboot ma vabbeh" si continua con la rilettura di tutto DoubleDuck a passo spedito, senza fermarsi mai. Per il primo episodio di questa rubrica che ci accompagnerà per queste quattro settimane cliccate in modo fiero qui, per continuare l'avventura invece un salto dopo la pubblicità. Sì, senza bugie varie, un po' di spoiler ve li beccate.

sabato 8 luglio 2017

I film di Dylan Dog



In questa settimana la Sergio Bonelli Editore ha annunciato di aver siglato un contratto con Platinum Studios Inc. e Scott Mitchell Rosenberg per riacquistare tutti i diritti media e consumer products legati a Dylan Dog. Quindi? Beh, ora la casa editrice di molte pietre miliari del fumetto italiano potrà utilizzare il personaggio per lavori al di fuori dei fumetti, da film a cartoni o videogiochi. E questa notizia riaccende nei fan un vecchio nemico: Dylan Dog: Dead Of Night, il grande flop statunitense dedicato al personaggio del 2011, di cui gli autori italiani si rifiutano pure di parlare e via dicendo. Perché non approfittarne per parlare di tutti i principali film dedicati al personaggio?

mercoledì 5 luglio 2017

Tutto DoubleDuck per 4 settimane! #1 (ma senza il gadget estivo)

Da oggi su Topolino, per quattro settimane, potrete leggere il reboot che non è proprio un reboot eccetera eccetera di DoubleDuck, una delle tante identità segrete del povero Paperino, creato da un'idea di Monteduro e sviluppato principalmente da Vitaliano, e protagonista di una propria saga iniziata nel 2008 e pubblicata con frequenza poco regolare sul Topolino in questi anni. Sarebbe troppo semplice recensire la nova storia settimanalmente, quindi perché non farsi una rilettura di tutta la serie con relativa pseudo-recensione/riassuntone? (Però senza gadget estivo in allegato. Vi aspettavate che vi regalavo anche le mutande col disegno di Paperino da assemblare, in cui paradossalmente non si agganciano i pezzi?)

domenica 2 luglio 2017

Danger 5 (2a stagione)

Di Danger 5 ne abbiamo parlato abbondantemente qui, raccontatovi un po' di motivi per vederlo e spiegandovi praticamente tutte le scene migliori, ma mi ero completamente dimenticato dell'esistenza di una seconda stagione. Sempre dallo stesso ideatore di Italian Spiderman, ma di uno stampo quasi completamente diverso. Direi in modo fiero con tono da maschio alfa, "tranquilli, no spoiler", ma tanto non ci riesco mai.

mercoledì 28 giugno 2017

I corti di Topolino: il meglio del meglio della 1a Stagione

Nuovo post a tema Disney, questa volta materiale divertente ma non di quel tipo di divertimento lì, indi se eravate qui per il sequel del post su Lord Piselloni niente da fare, tornate a trovare roba erotica nelle carte di Yu-Gi-Oh. Questa volta si parla della prima stagione della recente nuova serie dedicata a Mickey Mouse, quasi rivoluzionaria nel suo classicismo, confrontato alle altre produzioni sul personaggio degli ultimi anni. Il meglio del meglio della prima stagione tutto riassunto in una manciata di parole e immagini, ma col titolo italiano "I corti di Topolino" perché il nome originale "Mickey Mouse" era troppo generale. Sì, questa rubrica parte male.

martedì 20 giugno 2017

Le principali regole dei crossover brutti spiegate con due esempi sconosciuti (e ovviamente anch'essi brutti)

Sì, non sono scomparso, Anzi, si ritorna più forti di prima con tanti folli idee e cose da dire, che fra poco, tempo una settimana con rischio di altra sparizione improvvisa, tempo per realizzare ce ne sarà! Di cosa si parlerà oggi, dopo tanto tempo? Dai, il titolo è più didascalico di una storia Marvel anni '60 con Magneto che urla qualcosa tipo Ahhh questo raggio laser mi sta incenerendo, qual è il problema? Perché sì, si parla dei crossover brutti, tremendamente brutti ma che comunque hanno principi di fondo tremendamente fighi che fanno sì che comunque li leggiamo ogni volta, e delle principali regole su cui si fondano quasi tutti. E ho pure due esempi da mostrarvi e analizzare come dimostrazione, sconosciuti al 94% della popolazione mondiale, entrambi inediti in Italia (per fare il figo), e che hanno un incipit epico e uno sviluppo a regola d'arte (cioè che segue benissimo le regole per un crossover brutto).

domenica 7 maggio 2017

Quell'unica foto di Eiichirō Oda coi denti storti che abbiamo

E se One Piece non fosse altro che una soap-opera d'avventura spacciata per manga e Eiichirō Oda semplicemente il nome e il marchio del gruppo di persone che ogni santo giorno si mette lì a parlare di linee di sceneggiatura orizzontali e verticali, pensando a quali personaggi far tornare dopo un'apparente morte, a quale problema far scombussolare un po' la vita dei personaggi, e così via, con il sacro motto "One Piece produce le sue storie perché ha bisogno di qualcosa da inserire nello spazio tra una tetta di Nami e l'altra" in pieno stile Il Posto Al Sole?

Oppure sì, in alternativa c'è l'opzione nessun gomblotto che prevede la visione di Oda come davvero uno che dorme 3 ore a notte per scrivere il suo manga preferito. Vedete voi qual è la migliore.




martedì 2 maggio 2017

La miglior traccia "lunga" Pink Floyd

(perché chiamare questo post "Il miglior pippone spaziale floydiano" era troppo brutto)
Sono da poco entrato nel gruppo Facebook Maialini in gabbia, in cui si parla di musica ma con tanto amore verso i Pink Floyd. Uno di quei gruppi con quei nomi altamente ambigui in stile dei Ventenni Piangenti (ora Ventenni Paperoni), bellissimo gruppo a tema Disney che però attirava solo ragazze depresse che cercavano metodi per suicidarsi. Ho chiesto quale fosse la canzone "lunga", quella di più di 15 minuti, preferita scritta dai Pink Floyd. Oh,visto il tanto giustificatissimo amore per Animals credevo che la risposta fosse scontata e invece...

martedì 25 aprile 2017

Il manga di Porco Rosso

Tutti conoscono Porco Rosso, il bellissimo film dello studio Ghibli, ma forse in pochi sanno che ne esiste anche un manga. Di fumetti di Myazaki avevo iniziato a leggere Nausicaa, ma ogni volta che aprivo il primo volume rimanevo lì a sfogliarlo per i disegni senza mai decidermi a finire di leggerlo. Invece questo è una cosa un po' diversa: funziona come base per stupendo film d'animazione, ed è una specie di demo di poche pagine per farsi una idea, molto riassuntiva, del film.


E' difficile considerare questo manga come un'opera a se stante. Eppure resta qualcosa di semplice e davvero molto bello: in 15 pagine c'è tutta la trama di Porco Rosso, seppur con qualche differenza. Non c'è il personaggio di Gina, per esempio, molto utile nella trama dell'anime perché l'unico legame che ha il protagonista prima della vicenda, e non ci viene parlato del passato di Porco, pur essendoci la scena del piccolo dialogo notturno tra lui e Fio. Porco Rosso è quindi più allegro e spensierato (divertentissimo il suo tormentone Carta Bianca, belle ragazze!) così come lo è tutto il manga. Allo stesso tempo il fascino del personaggio rimane, e sembra strano che davvero nessuno, nello studio, aveva intenzione di fare un film con un personaggio simile come protagonista.
Il manga è in modo completo un esercizio di stile che può essere benissimo stato usato come base per tutte le persone che hanno lavorato al film: le scene ci sono quasi tutte, anche se più compresse e veloci. Come al solito i disegni di Miyazaki sono eccezionali, e questa volta ci sono anche gli acquerelli che rendono il tutto ancora più bello. Bellissima la frase, durante il combattimento finale, "Se questo fosse un anime, voi ragazzi sareste tutti aggrappati alle vostre siede. Sfortunatamente questo è solo un magazine sui modellini..."  e le vignette con gli studi degli idrovolanti restano molto interessanti.
Ho creato la pagina wikipedia di questo manga, qui, anche se c'è bisogno di qualche aiuto per ampliarla e aggiungere un po' di fonti. Sono in possesso anche delle scan, ma non so se sia legale inserirle tutte (non sono a bene a conoscenza della sua reperibilità, magari qualcuno può dirmelo), nel dubbio a voi un po' di pagine sparse, e ringrazio il forum LC22DB.








martedì 18 aprile 2017

Thunderbolt Fantasy (ep. 1)



Quando ci si ritrova davanti a una serie televisiva giapponese (e da qui già una scoperta, visto che si credeva che i giapponesi guardassero solo anime o show in TV in cui compaesani vengono brutalmente torturati mentre lo Stato ride) fatta interamente con marionette e burattini, ci si aspetta qualcosa di tremendamente trash in stile con il primo episodio della nuova serie prodotta da quelli di VVVVID*. Mai qualcosa con combattimenti così epici da farti dimenticare che stai guardando una cosa che fino a 5 minuti prima avresti trovato ridicola, tecnicamente perfetto e con un sacco di scene stupefacenti. Ma oh, che bello quando il mondo si mette d'accordo per far trovare a una persona a caso nuovi argomenti per un blog.
Gasto', sei 'na merda!"

venerdì 14 aprile 2017

Perché sì, Wizard Of Mickey aveva anche delle cose belle

 Quanti di voi conoscono WOM? Ecco, dai, tante belle mani alzate, Quanti di voi lo odiano? Ma guarda un po', tutti. Ma, amutelefonini a parte, faceva così schifo? Non aveva proprio nulla di bello? E soprattutto, è giusto sfottere sempre Ambrosio? (però per i Q-Galaxy sì , ma questa è un'altra storia)

sabato 8 aprile 2017

Quando i Paperi Disney incontrano la cultura islamica

Bentornati al solito appuntamento in cui si parla di storie Disney nel modo meno Disney possibile! Dopo aver analizzato la vera storia del grandissimo Lord Piselloni, questa volta si parla delle volte in cui i paperi e co. sono finiti in territori arabi scontrandosi con le tradizioni e finendo in situazioni esilaranti! Respirone, pensiero che si fa solo per scherzà, e via che si inizia!

mercoledì 5 aprile 2017

La storia di Dylan Dog che più ci ha colpito

E' da quando ho scritto il post riguardo Mater Dolorosa che penso di fare una rubrica completamente dedicata a Dylan Dog, magari in una modalità un po' diversa, ma rimando sempre a quando la mia mini-collezione coi primi 50 numeri nella Collezione Book sarà senza buchi. Quindi dai, che fra 10 anni più o meno ce la faremo. Comunque, qualche giorno fa era anche il compleanno del grande Tiziano Sclavi, quindi si è più che in tema per parlare del numero che più ci ha colpito della serie, quello che rileggeremmo infinite volte perché resta stupendo, ma che allo stesso tempo ci ha lasciato un solco parecchio forte.

sabato 1 aprile 2017

VVVVID Palinsesto Primavera 2017

Oggi è quel giorno in cui solo notizie completamente sconcertanti vengono pubblicate, in cui tutte le band ormai sciolte da 30 anni si riuniscono, centinaia di film che la gente aspetta da secoli vengono annunciati, locandine pacchianissime e fotoshoppate alla buona girano sul web a velocità mach 20,e così via. Ah, giusto, è anche il giorno in cui tutti i blog chiudono e centinaia di gente muore d'infarto tipo i novantenni alle feste di compleanno a sorpresa. Unico problema è che se bisogna fare uno scherzo bisogna anche ragionarlo e farlo bene, quindi ci ripenserò prima o poi (e quel giorno schiatterete anche voi dalla tristezza delle fesserie). Quindi, per tornare all'argomento da titolo, dimentichiamoci di tutti i pesci vari e andiamo a vedere la bella sorpresa che ci ha fatto VVVVID!

martedì 28 marzo 2017

Un po' di buoni motivi per vedere Danger 5

Vi direi, le migliori 7 scene di una serie trash con la T maiuscola, o i migliori 10 momenti epici in quella serie dove Hitler ha la faccia del vecchietto che abita vicino casa tua ,e così via, con l'unico problema che non son bravo con le liste in cui alcune cose vanne tagliate e messe da parte, quindi titolo molto indefinito, così che possa metterci cose finché non ci si stufa. Pronti?

mercoledì 22 marzo 2017

Americani sconosciuti e qualche danese con le chitarre in mano (Aggiornamento musicale-Marzo)

Che poi è di Marzo per pochissimo, perché c'è roba di due mesi. Sì, perché ultimamente ho saltato l'appuntamento mensile per parlare sempre di musica ma concentrandomi o su argomenti o su cantanti, e quindi niente aggiornamento. Ma no, non ne avrete sentito la mancanza quindi chissene, senza musica non si vive, senza blog no.

giovedì 16 marzo 2017

Alla ricerca del lettore giovincello perduto - Bonelli Kids

Bonelli Kids è il titolo della recentissima e da poco iniziata prima serie umoristica della Sergio Bonelli Editore, dedicata ad un pubblico giovane, con un cast di personaggi (appunto, Bonelli Kids) di ragazzini amanti dei personaggi della casa editrice a tal punto di vestirsi e comportarsi come loro. Ok dai, c'è bisogno di parlarne con più calma, no?

martedì 14 marzo 2017

La storia sull'origine di Mewtwo

(No, tranquilli, non è un post "la vera storia" tipo questo.)
Pur non essendo un fan sfegatato dei Pokémon, ho bei ricordi del primo film, Mewtwo contro Mew, che ricordo di aver davvero amato alla follia. Ieri sera mi sono imbattuto in questo piccolo spezzone di 10 minuti dedicato a Mewtwo, che ho scoperto essere una scena che precede l'inizio il primo film, che si dice sia inedita in Italia, anche se qualcuno afferma il contrario (Effetto Mandela, come spiega bene Moz, o verità?), ma si sa solo che in tutto questo nella mia cassetta non è presente. Anzi, prima c'è Pikachu in vacanza, non so se vale uguale.

lunedì 6 marzo 2017

La vera storia di Lord Piselloni

Più che un personaggio, questo è diventato uno stile di vita, un tormentone destinato a non morire mai. Parlo di Lord Piselloni, sì, quel personaggio disney dal nome fin troppo buffo, quello lì che avrete conosciuto anche se i fumetti disney li tenete alla larga di qualche metro perché su Facebook non si parla d'altro, quello di cui oggi andremo a scoprire la vera storia!

venerdì 3 marzo 2017

Eclipse. (Il backstage!)

Risultati immagini per dark side of the moon


Nel post qui sotto, ho pubblicato una mia storia scritta più o meno a luglio dell'anno scorso. Ok dai, si chiama Eclipse. e c'è l'immagine del prisma, di cosa potrà mai parlare?
Però vabbeh, anche se sapete già tutto e a nessuno frega i background delle storie fa sempre figo raccontarle

Eclipse.

Eclipse.
Risultati immagini per dark side of the moon

mercoledì 1 marzo 2017

Boruto-Naruto Next Generations

Boruto manga
Novembre 2014: finisce Naruto. Su internet si cominciano a trovare le scan del capitolo 700 e non si parla d'altro. Il manga che in tantissimi abbiamo amato si conclude. E arrivano i pareri, tantissimi negativi ma tutti contenenti un po' di nostalgia per quello che è stato quel manga per tutti noi. Poi viene annunciato il Gaiden, volume extra che si colloca dopo la fine del manga,e di nuovo tutti a parlarne: ci si aspettava una spiegazione ai tanti buchi di trama e invece Kishimoto spiazza tutti con una bella storia sul concetto della famiglia. E ancora, Naruto-The Last e il film su Boruto. Partono le lamentele, anche a me un po' la cosa rompeva, sul fatto che non finisse più. Ma tranquilli, il film è l'ultimo. Ad un certo punto arriva anche il manga, di Boruto. Noia, aspettative, lamentele per i disegni.
Poi, non se ne parla più.

sabato 25 febbraio 2017

Fan di Alessandra Amoroso>Fan dei Simpson



Racconto strano, quasi un po' a caso, che però a me fa tanto ridere. Quella chiacchierata scema del sabato sera, tanto non si fa mai nulla. Probabilmente poi fa ridere solo a me, ma è la cosa che importa di meno, perché tanto se vogliamo riprodurre una chiacchierata da sabato in modo fedele nulla fa mai ridere veramente, no?



mercoledì 22 febbraio 2017

Insulti (o giù di lì) da paperi antropomorfi (cioè il nostro capro espiatorio per tutte le volte che abbiamo risposto male ai maestri delle elementari) #3


Continuiamo la nostra avventura con le (ri)scoperte degli insulti (e gli sfottò e le risposte per le rime, in questo episodio) più esilaranti che possiamo trovare sul Topo. Come al solito ringrazio quella fantastica community del gruppo facebook Ventenni Piangenti, piena di fan disney, in cui ci divertiamo a suon di hashtag #domenicainsultimemorabili a raccogliere questi insulti (che io arrubb , ehm, prendo in prestito). Così che da bambini avevamo tutti la scusa pronta quando l'ochetta maestra ci chiedeva dove avevamo imparato certi termini.

lunedì 20 febbraio 2017

La marchetta di Popolino

Dai, ormai è moda sfottere il topastro. Ok, senza che faccio il moralista che tanto l'ho fatto pure io.
Però quando lo fa pure Caparezza la cosa prende una piega geniale: sono convinto che anche lui ami il personaggio, ma questa canzone riassume e esalta a livelli assurdi tutte le critiche al personaggio che fanno in fan che ma Paperino è meglio perché Paperino siamo noi e noi siamo pigri, poveri, antipatici e non facciamo niente tutto il giorno tranne scrivere sui social di tutti gli errori che fanno quei cretini degli autori che non sanno fare storie veramente scientifiche in un fumetto con topi e paperi che parlano. 
(ogni riferimento alla questione Artibani di questi giorni è puramen...No scherzo il maestro Oogway ci ha insegnato che il caso non esiste con la musichetta figa di sottofondo, quindi sì mi riferivo proprio a quello)


sabato 18 febbraio 2017

Cos'è il progetto Darkenblot?

Macchia nera
E' stato da poco annunciata definitivamente, su Topolino,la nuova storia della saga Darkenblot by Casty/Pastrovicchio. E l'hype è a livelli massimi. Ma cos'è questo progetto e perché è degno di nota? E soprattutto perché ne parlo su questo blog con la sicurezza che piacerà anche a voi mangaloidi e giappominchia?

giovedì 16 febbraio 2017

Grant-Lee Phillips a Ferrara!



L'altro ieri (14/02/17)  Grant-Lee Phillips (daje però, ormai vi ho raccontato chi è milioni di volte, qui e qui) è giunto a Ferrara. Come non passare un migliore San valentino?

lunedì 13 febbraio 2017

Tu sbagli a digitare un link, l'ebraismo ti riporta sulla buona strada

The world today blog
Rispondo ad un post di un altro blog molto ben fatto su una cosa parecchio interessante. Sbagliando il link di un qualsiasi blog, veniamo indirizzati ad una pagina internet su Dio, sulla Bibbia e sulla Parola religiosa. Sito quasi introvabile sul web, se non sbagliando appunto il link. Motivo? (voi andate pure avanti, tanto non lo neanche io).

giovedì 9 febbraio 2017

Grant Lee Phillips: the best of


Ho le attese a mille: martedì prossimo andrò a vedere un concerto. Grant-Lee Phillips, la mente dei Grant-Lee Buffalo, quel gruppo che io cito subito come il migliore anni '90 senza pensarci troppo, anche solo per affetto.
E mi andava di farlo conoscere bene anche a voi, prima del momento in cui potrò parlarvi del concerto. Quindi, ho pensato di fare questa playlist su Spotify, appunto Grant-Lee Phillips: the best of, con il meglio della sua produzione. Playlist che vedrò di aggiornare ogni volta che mi capita di trovare un'altra canzone stupenda dell'autore, è ancora totalmente incompleta. Per ora, negli album suoi che ho ascoltato (quasi tutti), ho dovuto fare una selezione un po' ristretta per non arrivare a metterci dentro tutti i suoi brani (cosa che alla fine avrei volentieri fatto, perché un suo brano brutto ancora non l'ho trovato). 
Spero vi piaccia, spero vi faccia appassionare a questo fantastico cantautore e, se siete già suoi fan, spero possa farvi conoscere nuove sue canzoni.

Ecco il link, per chi non ha l'abitudine di premere le scritte colorate; https://open.spotify.com/user/11177985672/playlist/360BbB2M4yXh5Bq555bMdU


martedì 7 febbraio 2017

Seghe (Trento)


Seghe è un piccolo paesino in Trentino Alto Adige. Nella frazione di Seghe ci sono 203 abitanti e non ci sono banche, farmacie o parrocchie, ma solo hobby.
Il paese dista 0,83 km dal suo comune, che se tipo volete morire ma non avete voglia di essere etichettato come cittadino di seghe, basta che vi buttiate dal balcone e toh, siete morti a Molveno.
Tra le cose particolari da far notare, c'è il monumento dei caduti Morti di Seghe e la Val Delle Seghe, tipica valle a origine glaciale che fa apposta per voi.
Vicino a Seghe c'è un altro bel paesino, Case Sparse, che conta ben 47 abitanti (di cui 21 maschi e 26 femmine, di cui 5 vedovi, di cui 0 stranieri, di cui 0 analfabeti, con un totale di 21 famiglie che si vogliono bene e guarda un po', sono pure tutti vicini di casa).

Beh, dai, si vede proprio che in certi momenti non ho proprio nulla da fare?