domenica 7 maggio 2017

Quell'unica foto di Eiichirō Oda coi denti storti che abbiamo

E se One Piece non fosse altro che una soap-opera d'avventura spacciata per manga e Eiichirō Oda semplicemente il nome e il marchio del gruppo di persone che ogni santo giorno si mette lì a parlare di linee di sceneggiatura orizzontali e verticali, pensando a quali personaggi far tornare dopo un'apparente morte, a quale problema far scombussolare un po' la vita dei personaggi, e così via, con il sacro motto "One Piece produce le sue storie perché ha bisogno di qualcosa da inserire nello spazio tra una tetta di Nami e l'altra" in pieno stile Il Posto Al Sole?

Oppure sì, in alternativa c'è l'opzione nessun gomblotto che prevede la visione di Oda come davvero uno che dorme 3 ore a notte per scrivere il suo manga preferito. Vedete voi qual è la migliore.